Cloud della PA: adottato il nuovo regolamento

Pubblicato sul sito di AgID, disciplina le caratteristiche di qualità e sicurezza delle infrastrutture digitali e dei servizi cloud rivolti alle pubbliche amministrazioni.

Con la determinazione n° 628/2021 del 15 dicembre 2021, AgID (Agenzia per l'Italia Digitale), ha adottato il “Regolamento recante i livelli minimi di sicurezza, capacità elaborativa, risparmio energetico e affidabilità delle infrastrutture digitali per la PA e le caratteristiche di qualità, sicurezza, performance e scalabilità, portabilità dei servizi cloud per la pubblica amministrazione, le modalità di migrazione nonché le modalità di qualificazione dei servizi cloud per la pubblica amministrazione”.

Il documento ha il fine di:

  • stabilire i livelli minimi di sicurezza, capacità elaborativa, risparmio energetico e affidabilità delle infrastrutture digitali per la pubblica amministrazione
  • definire le caratteristiche di qualità, di sicurezza, di performance e scalabilità, interoperabilità, portabilità dei servizi cloud per la pubblica amministrazione
  • individuare i termini e le modalità con cui le amministrazioni devono effettuare le migrazioni, anche stabilendo il processo e le modalità per la classificazione dei dati e dei servizi digitali delle pubbliche amministrazioni
  • individuare le modalità del procedimento di qualificazione dei servizi cloud per la pubblica amministrazione.

In attuazione del  Regolamento AgID,  l’Agenzia nazionale per la cybersicurezza (ACN), d’intesa con il Dipartimento per la Trasformazione Digitale (DTD), deve:

  • adottare un modello per la predisposizione e l'aggiornamento dell'elenco  e della classificazione dei dati e dei servizi digitali (art.4)
  • aggiornare i livelli minimi di sicurezza delle infrastrutture digitali per la PA destinate a trattare le 3 diverse tipologie di dati: strategici, critici e ordinari (art. 7)
  • aggiornare le caratteristiche di qualità dei servizi cloud destinati a trattare le 3 diverse tipologie di dati e servizi delle PA (art. 8)
  • definire i criteri di qualificazione dei servizi cloud per la PA secondo i 4 livelli individuati (art. 11).

Infine l'art. 14 stabilisce che Il Regolamento entrerà in vigore al termine del periodo di stand still (status quo) conseguente alla notifica alla  Commissione europea ai sensi della Direttiva (UE) n. 2015/1535.

Le attività per la qualificazione dei servizi cloud delle pubbliche amministrazioni continueranno ad essere svolte da AgID fino all’entrata in vigore dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri di cui all’art. 17, c. 5, del decreto-legge 14 giugno 2021, n. 82, di trasferimento delle funzioni ad ACN.

Leggi la notizia completa sul sito dì AgID.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/01/19 20:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-01-20T17:11:08+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina