Il ruolo strategico della fattura elettronica europea per l'interoperabilità fra gli Stati

Su Agenda Digitale un articolo di Daniele Tumietto fa il punto sullo stato di salute della fattura elettronica europea e del ruolo determinante svolto dagli standard per promuovere e realizzare l’interoperabilità tra Stati membri.

Daniele Tumietto sul sito di Agenda Digitale firma un approfondimento sulla norma EN16931 e di come stia diventando un punto di riferimento a livello globale.

"La fattura elettronica europea gode di ottima salute - si legge nell'articolo -  e nel suo futuro si prospetta lo standard EN16931, che sta diventando un punto di riferimento mondiale grazie al modello di dati a livello semantico che ha rappresentato l’elemento determinante per realizzare una vera interoperabilità transfrontaliera dei dati.
Il nuovo Regolamento europeo eIDAS n.910/2014 introduce una serie di possibili strumenti che consentono di garantire proprietà quali, ad esempio, il sigillo elettronico, i servizi fiduciari digitali e il recapito elettronico. Essi richiedono un’attenta valutazione poiché da un lato il nuovo quadro comunitario applicabile direttamente e senza recepimenti nazionali garantirà la totale interoperabilità di questi servizi, dall’altro consentirà di utilizzare strumenti più efficaci nell’ambito della fatturazione elettronica e dell’e-procurement, e più in generale delle interazioni tra pubblico e privato."

Tra gli argomenti trattati:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/10/13 15:10:00 GMT+2 ultima modifica 2021-10-13T12:40:38+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina