In Gazzetta Ufficiale le Linee guida sull'attuazione del Fascicolo sanitario elettronico

Oltre al Decreto del 20 maggio 2022 che definisce le Linee guida per l'attuazione del Fascicolo sanitario elettronico (FSE), nello stesso numero della Gazzetta è stato pubblicato anche il Decreto del 18 maggio, recante indicazioni in materia di Integrazione dei dati essenziali che compongono i documenti dello strumento

Sulla Gazzetta Ufficiale n° 160 dell’11 luglio, è stato pubblicato il Decreto del 20 maggio 2022, con il quale sono state definite le Linee guida per l'attuazione del Fascicolo sanitario elettronico (FSE). Sempre nello stesso numero della Gazzetta, è stato pubblicato anche il Decreto del 18 maggio, recante indicazioni in materia di Integrazione dei dati essenziali che compongono i documenti dello strumento.

Le Linee guida definiscono la roadmap da qui al 2026 per l’adozione del FSE, formulando una sintesi delle raccomandazioni emanate in precedenza. Nelle Linee guida si legge che “lo strumento sarà il punto unico ed esclusivo di accesso per i cittadini ai servizi del Ssn, ecosistema di servizi basati sui dati per i professionisti sanitari per la diagnosi e cura dei propri assistiti e per una assistenza sempre più personalizzata sul paziente, strumento per le strutture ed istituzioni sanitarie che potranno utilizzare le informazioni cliniche del Fse per effettuare analisi di dati clinici e migliorare la erogazione dei servizi sanitari”.

"Lo scopo", si legge sul Corriere delle Comunicazioni, "è potenziare il FSE, in considerazione del fatto che al momento, come si ammette nelle stesse Linee guida, 'non fornisce ancora una rappresentazione puntuale delle condizioni di salute dell’assistito, del contesto sociosanitario e dei piani socioassistenziali. Inoltre, non è ugualmente alimentato in tutte le Regioni, limitando di molto la sua fruibilità come strumento di diagnosi, cura e prevenzione'”.

Quattro le azioni chiave definite nel documento per superare gli ostacoli della situazione esistente e arrivare a un pieno funzionamento dello strumento:

  • garantire servizi di sanità digitale omogenei ed uniformi
  • uniformare i contenuti in termini di dati e codifiche adottate
  • rafforzare l’architettura per migliorare l’interoperabilità del FSE
  • potenziare la governance delle regole di attuazione del nuovo FSE.

Leggi l'articolo completo sul sito del Corriere Comunicazioni.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/25 09:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-07-27T16:13:11+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina