Libri, interviste e trasmissioni tv: online l’archivio digitale dei Troubles

Su iniziativa di una biblioteca di Belfast, oltre 350.000 fonti e testimonianze sul conflitto trentennale tra cattolici e protestanti sono in via di digitalizzazione e presto saranno accessibili in rete

Tra la fine degli anni ‘60 e la fine degli anni ‘90 del secolo scorso, l’Irlanda del Nord è stata teatro di un duro conflitto a bassa intensità tra gruppi unionisti, di matrice protestante, e quelli repubblicani, a loro volta di professione cattolica. Il fenomeno, noto in tutto il mondo con il nome di Troubles, ha causato tra le altre cose più di 3.500 morti e lasciato ferite profonde che tuttora si vanno rimarginando con estrema fatica.

Dal 1968, la Linen Hall Library di Belfast, ha raccolto e collezionato migliaia di fonti informative e a carattere storico sul conflitto e sui successivi accordi di pace che hanno fatto seguito all’Accordo del Venerdì Santo, con il quale il 10 aprile del 1998 si decretò la fine delle ostilità.

La collezione conta oggi circa 350.000 fonti, tra le quali libri, poster, manifesti, giornali e riviste. Gran parte di questi materiali è ora in via digitalizzazione e presto sarà catalogata in un nuovo archivio che sarà chiamato “Divided Society”. Dal 2018 l’archivio digitale sarà liberamente accessibile per i cittadini del Regno Unito e della Repubblica di Irlanda e potrà essere consultato a pagamento anche da chiunque altro interessato nel resto del mondo.

Tra le altre cose, l’archivio conterrà una introduzione a cura del senatore George Mitchell, che ha guidato i negoziati di pace alla fine degli anni ‘90, una galleria di clip video tratte dalle trasmissioni televisive mandate in onda all’epoca dei fatti dalle emittenti britanniche e irlandesi, e una galleria di interviste audio a diverse persone coinvolte nel conflitto.  A proposito delle interviste un portavoce della biblioteca di Belfast ha affermato che rientrano nell’ambito di un progetto di storia orale volto a raccogliere testimonianze informali sui Troubles: ricordi spesso tristi e dolorosi - sono state le sue parole - ma in alcuni casi anche di natura più leggera e divertente.

“L’archivio - ha affermato il portavoce - avrà un valore molto importante per gli studenti interessati a conoscere la storia del Regno Unito e dell’Irlanda e chiunque si occupi per motivi di studio dei periodi di pace e conciliazione successivi al conflitto. Più in generale, ha aggiunto, permetterà alla nostra biblioteca di condividere su scala globale quanto raccolto negli scorsi decenni e, così facendo, sensibilizzare il maggior numero possibile di persone sull’importanza della pace e della riconciliazione”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/11/11 10:00:00 GMT+2 ultima modifica 2017-11-03T13:07:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina