Spagna: dal Libro de Familia al fascicolo personale online del cittadino

Dismesso il secolare "Libro de Familia" la Spagna adotta i documenti digitali individuali. Il tradizionale documento collettivo viene sostituito da un nuovo file online che registra eventi della vita come nascita, matrimonio o acquisizione della cittadinanza spagnola.

Nel 1915, su iniziativa del Re Alfonso XIII di Spagna, fu istituito il Libro de Familia, registro ufficiale sul quale fino ad oggi sono state annotati e preservati nel tempo i dati relativi all’identità e alle situazioni di stato civile dei ai singoli componenti dei nuclei familiari.

Dallo scorso maggio, su effetto di una norma approvata nel 2010, il Libro de Familia è in via di progressiva dismissione. Al suo posto, un fascicolo personale accessibile online raccoglierà in automatico tutti i dati di questo genere. Tra gli altri, nascita, conseguimento della maggiore età, eventuale acquisizione della cittadinanza spagnola, matrimoni, divorzi e decesso.

Il LIbro de Familia continuerà ad avere valore legale per un periodo di transizione, durante il quale i suoi contenuti verranno convertiti nel nuovo formato e riversati nei nuovi fascicoli personali. In Spagna, il cambiamento è stato accolto in maniera molto controversa, come dimostrano gli oltre dieci anni intercorsi tra l’approvazione della legge che istituisce il fascicolo personale del cittadino e la sua effettiva attuazione.

Tra le altre cose, in particolar modo nei contesti locali più marginali, si lamentano difficoltà, ritardi e mancanza di risorse per le attività di conversione e migrazione dei dati contenuti nei registri familiari verso i nuovi fascicoli personali.

Leggi l'articolo completo sul sito del Pais.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/07/23 17:23:18 GMT+2 ultima modifica 2021-07-23T17:23:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina