AgID pubblica il documento di indirizzo dei Poli di Conservazione

Sul sito di AgID è stato pubblicato il documento di indirizzo il cui obiettivo è la definizione di un modello di riferimento per i Poli di Conservazione e la relativa rete nazionale.

L’AgID ha reso disponibile online il documento di indirizzo che vuole definire il un modello di riferimento per i Poli di Conservazione e la rete nazionale.

"L’Agenzia per l’Italia Digitale - si legge nell'articolo - ha lavorato ad un tavolo di lavoro istituzionale basato su un accordo di collaborazione sottoscritto nel corso del 2018 con l’Archivio centrale dello Stato, il Consiglio nazionale del Notariato e l’Agenzia industrie difesa soggetti che ad oggi risultano essere in possesso di una significativa esperienza nel campo della conservazione digitale a medio e a lungo termine.  
Successivamente al tavolo si sono aggiunti: Ministero dell'Economia e delle Finanze, Ministero della Giustizia, Direzione generale Archivi, Polo archivistico dell’Emilia-Romagna, Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Regione Marche, Regione Veneto, SOGEI - Società Generale d'Informatica S.p.A., Associazione nazionale archivistica italiana.
L’obiettivo è stato promuovere e definire una rete di poli di conservazione garantendo l’interoperabilità tra gli stessi, nel rispetto del quadro normativo nazionale, delle politiche di transizione al digitale, dei criteri archivistici e degli standard di settore."

Leggi l'articolo completo sul sito di AgiD.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/24 12:20:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-24T12:18:30+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina